Chi ti ha aiutato a nascere ? Teresa!

Quando lavoriamo sulla nostra autobiografia cerchiamo di andare indietro nel tempo per recuperare volti, suoni, odori che ci riportino alla nostra infanzia. Andiamo indietro il più possibile ben consci che prima dei tre anni (due e mezzo per qualcuno) i nostri ricordi non sono originali bensì frutto di racconti. Talvolta ci sembra proprio di ricordare un evento accaduto quando avevamo un anno ma così non è. Recuperiamo sensazioni legate alla nostra mamma, ricordiamo cose anche banali, come il colore di un suo vestito, un gesto particolare, il suo profumo. Lo stesso vale per papà. Io ad esempio ricordo perfettamente l’odore di mio padre quando rientrava dal lavoro con la sua Vespa. Metteva sotto il giubbotto un foglio di carta di quotidiano per proteggersi dal vento. Quando arrivava io lo aspettavo per abbracciarlo e affondavo il volto dentro il suo petto. Sapeva di carta stampata e vento, era un odore inconfondibile e ancora oggi quando soffia la bora e si porta dietro un qualche effluvio di inchiostro io rivivo perfettamente mio padre.

Lavorando sulla nostra infanzia difficilmente ci capita di chiedere il nome di chi ci ha aiutato a venire al mondo. È una domanda che non si fa abitualmente, eppure la persona che aiuta la partoriente è davvero fondamentale. Io sono nata con l’aiuto della levatrice Letizia (levatrice, colei che aiuta a tirare fuori, a levare dalla pancia), mia figlia con l’aiuto dell’ostetrica Francesca (ostetrica, stessa funzione cara a Socrate).

Molte bimbe e molti bimbi del Goriziano sono nati con l’aiuto di Teresa.

Maria Teresa è stata un’ostetrica speciale, oltre al suo lavoro in ospedale, aiutava a partorire le donne a casa, naturalmente quelle che lo desideravano. Aiutava le puerpere dando consigli sull’allattamento e aveva un grandissimo numero di mamme-amiche. Il legame che Maria Teresa sapeva creare durava nel tempo tanto che nonostante la quiescenza era sempre molto cercata. Devo parlare al passato, Maria Teresa da un po’ di giorni non c’è più. Aveva solo 66 anni e poteva essere un riferimento per tante donne per  lunghi anni ancora. Ha fatto scuola Teresa, per fortune ci sono ostetriche che facendo tesoro del suo insegnamento porteranno avanti le esperienze da lei iniziate, lei però era proprio speciale e rimarrà nei cuori di tante donne e non solo.

Andate a cercare il nome della vostra ostetrica, chiedetelo alle vostre madri, se lo potete fare. Sarà un modo originale per fare memoria, anche della “nostra” Teresa.