IL VALORE DI UNA STELLA ALPINA

Quale può essere il valore di una stella alpina? Incommensurabile per alcuni, trascurabile per altri. Parlo di valore rapportandolo alle monete, proprio a quanto si può essere disposti a pagare per guardare quel meraviglioso fiore alzare il suo capino in mezzo all’erba. Chi ama la montagna le lascia i suoi fiori, è la frase che campeggia sulle tessere del CAI. Chi ama la montagna non coglie i fiori ma soprattutto farebbe di tutto per difenderli. Certo, ci sono anche persone che non amano la montagna e dunque una stella alpina si può strappare, si può infilare dentro un libro o non accorgersi che esista.

Perché parlo di fiori in questo periodo dove le stelle che ci fermiamo a guardare sono quelle cadenti? Chi non è rimasto con il naso in aria a “rimirar le stelle” come direbbe l’amato Dante?

Parlo di stelle alpine perché c’è un luogo bellissimo, magico, dove ve ne sono a dozzine. Si tratta del Monte Simone, esattamente di fronte al Clap Varmost a Forni di Sopra. La flora che si può ammirare su quel monte è davvero strepitosa, a seconda delle stagioni si incontrano le nigritelle, le primule, le genzianelle, eufrasie, achillee e mille altre varietà. Il Monte Simone si erge sopra la Malga Varmost e dalla sua vetta si possono vedere le vette del Cadore da un lato e delle Alpi Carniche dall’altro. Si sale a 1771 metri e si respira aria buona. Quanto può valere un panorama del genere? Moltissimo dicono gli amanti della montagna, moltissimo dicono quelli che invece non hanno a cuore questi aspetti del monte Simone ma lo vedono esclusivamente come un ulteriore tratto di una pista da sci. Non basta mai agli operatori turistici, non basta mai ai costruttori di devastanti impianti di risalita. Così c’è la proposta di salire ancora un pezzo e di portare gli impianti fino alla vetta del Simone.

La gente non si muove più di tanto, oggi 14 agosto una manifestazione capitanata da Timilin e Legambiente salirà sul Simone per dichiarare lo sdegno e la protesta. Avrà seguito questa protesta? Servirà a qualcosa?

Non lo so ma mi associo pienamente dichiarando che la montagna va salvaguardata, il monte Simone deve rimanere come è, pronto a regalarci ad ogni stagione il profumo dei suoi fiori.

Fermiamo gli impianti!!!