PASSEGGINI FUORI TEMPO MASSIMO

Chi vive in città lo sa meglio di me che vivo tra le colline. Non c’è quasi limite all’utilizzo delle quattro ruote, e non solo di macchine e furgoni, mi riferisco ai passeggini. Da una stima fatta da ADNKRONOS sembra che in Italia “circolino” 100.000 passeggini utilizzati fino a 5-6 anni. Se andate a navigare un poco nel mondo passeggini e vi informate per acquistarne uno scoprirete che vi è un’offerta davvero molto vasta per i passeggini “rinforzati”, quelli cioè adatti a bambini “pesanti”. Girando in città osservo molto questo fenomeno ed in effetti più volte mi sono chiesta se il bambino o la bambina di età quasi scolare (primaria intendo) ha dei seri problemi per esser trasportato dagli adulti.

Bambinoni seduti come piccoli pascià mentre mamma o nonna spingono a fatica i 18-20 chili . E ce ne sono tanti, ma davvero tanti.

Il passeggino è davvero molto utile, se hai un bambino di due anni che non ha ancora  una piena stabilità, non riesce ad andare con sicurezza su e giù dai marciapiedi, non ha ancora acquisito le abilità necessarie per comprendere quando non si deve scappare via finendo magari in mezzo alla strada, si, è molto utile.

Quando il bambino supera i 34-36 mesi per lui tutto cambia, la sua motricità è ormai definita, riesce a correre bene e a stopparsi senza cadere, sta bene in equilibrio e sale e scende le scale senza bisogno dell’appoggio. E’ in grado di percorrere tratti molto lunghi, non si stanca (probabilmente ci stanchiamo molto prima noi), ce la fa. Ovviamente per farcela deve essere educato e deve essere favorita la sua autonomia, anche nel camminare.

Farlo camminare da solo aiuta la sua autostima, lo aiuta a sapere cosa è in grado di fare, a superare alcune piccole frustrazioni.

Sappiamo che infilare un bimbo o una bimba in passeggino è per la maggior parte dei casi un fattore comodo, ci si muove più velocemente, si appende anche la borsa della spesa sui manici .

La comodità non va sempre preferita però, soprattutto se ne va di mezzo l’autonomia.

Un bambino, una bambina abituati in passeggino fino a 4-5 anni (e più in là) si percepisce come incapace di fare determinate cose, viene tenuto come più piccolo rispetto alla sua età e alle sue potenzialità.

Non ho approfondito la cosa e non so se ci sono studi a riguardo ma da alcune mie osservazioni, (su di un campione numerico molto limitato) ho notato che chi viene messo sul passeggino a 4-5 anni ha smesso il pannolino da poco (o talvolta non ancora) .

Sarebbe interessante scoprire di più questa cosa. Del resto il mercato ce la dice lunga: passeggino fino a 25 chili, pannolini fino a 18 chili.

Lungi da me fare pubblicità ma una nota casa (e non credo sia l’unica) propone pannolini mutandina taglia 5 Junior 12-18 chili e la taglia 6 xl  più 15 chili . Il mercato si muove perché aumenta la richiesta o il genitore si rilassa sapendo che trova risposte nel mercato?

Cosa dobbiamo pensare? Che va bene tenere i piccoli come neonati fino alla scuola media?

Un bambino di 24-30 mesi è solitamente pronto a togliere il pannolino, basta un po’ di pazienza e costanza e altrettanto dicasi per il passeggino. Dopo i 36 mesi anche no.