STORIA DI ROSA

Postfazione Anna Oliverio Ferraris

La storia di due donne, madre e figlia, la storia di una famiglia.
La mamma, Maria, che muore giovane e la figlia Rosa che
ne ricostruisce la vita. Il racconto, che si apre e si chiude
sull’evento più doloroso per entrambe, quasi a voler suggellare
la circolarità dell’esistenza, ci porta – attraverso una
narrazione limpida, schietta, che nasce dagli occhi e dalla voce
di una bambina – nel Friuli e nell’Italia del dopoguerra.
La nascita e la morte che si danno il passo, descritte con
estremo pudore e dignità, i legami, gli amori, gli incontri,
le esperienze che segnano la vita di ciascuno di noi, lasciano
intravedere alla fine, nelle semplici parole della piccola Rosa,
la speranza di riscatto dalla finitezza della condizione umana:
«in fondo la morte esiste solo per chi ci crede».

Lascia un commento